Carta dei Vini

Vini Spumanti

Prosecco Doc Villa degli Olmi Extra Dry

Un Glera in purezza con metodo Charmat. Il Prosecco Villa degli Olmi ha un sapore fresco con note fruttate ed una spuma piacevole e persistente. La pera prevale su altri frutti estivi e profumi floreali. Si produce dai vigneti di Altavilla Vicentina. Veneto, 11% Abbinamento consigliato: Un ottimo aperitivo su qualsiasi antipasto, piatti leggeri a basi di pesce e crostacei.

Prosecco Doc Val d’Oca Extra Dry

Agrumi e frutta bianca in questo prosecco con aromi floreali. Delicato ed asciutto rappresenta un buon compromesso di sapidità e morbidezza. Veneto, 11% Abbinamento consigliato: Si adatta a qualsiasi aperitivo leggero, piatti di pesce e verdure.

Spumante Aiola Brut

Un metodo classico prodotto a pochi chilometri dal Ristorante della Fornace. Le fragranze di tostati, mandorle e biscotto confermano la giusta scelta dei lieviti. Un esperimento in una zona inconsueta per la spumantizzazione ma molto ben riuscito. Toscana, 12% Abbinamento consigliato: Aperitivi con formaggi stagionati e salumi toscani, primi piatti con sughi leggeri di carni bianche, pasticceria secca e crema pasticcera.

Franciacorta Brut Docg Cuvee n.7 Lo Sparviero 2015

Uno spumante fine, elegante, di piacevole intensità. Sprigiona sentori di tostati, mandorla e nocciola con leggere
spieziature. Perlage fine e persistente. Una bollicina vivace e molto versatile, con sensazioni gradevoli anche in
retrolfattiva. Lombardia, 12,5% Abbinamento consigliato: Piatti di pesce, anche piuttosto elaborati, piatti vegetariani conditi, pasticceria secca e con crema pasticcera.

Champagne Brut Premier Cru Autreau de Champillon

Un vino di finezza ed eleganza che esprime al naso le tipiche note fresche di mela ed agrumi. La nota sapida caratterizza la fase gustativa. Pulito, fresco, rappresenta a pieno il terroir di provenienza. Perlage ricco e persistente, note di fiori bianchi, intensi aromi tostati e di frutta. Finale lungo e piacevole. Champagne, 12,5% Abbinamento consigliato: Primi leggeri con pasta all’uovo, piatti di mare, pasticceria.

Vini Bianchi

Toscana

Vermentino di Toscana Igt Monterufoli 2014

Un vermentino vinificato in purezza molto fresco, profumato e versatile. Generoso al naso, anche in bocca si dimostra sincero e piacevole con finale molto delicato. Toscana, 12,5% Abbinamento consigliato: Si adatta bene ad aperitivi estivi, salumi poco stagionati, pesce e piatti freddi.

Vernaccia di San Gimignano Docg 2015 San Lorenzo

Una vernaccia semplice ma al tempo stesso determinata e sincera. Profumata al naso, si preannuncia fresca e piacevole con una media struttura, sostenuta da una decisa spalla di acidità. Piacevole e di buona beva è l’accompagnamento ideale per dei piatti leggeri e per rinfrescarsi in estate. Toscana, 12,5% Abbinamento consigliato: Aperitivi leggeri, panini, insalate, piatti freddi, carni bianche alla griglia, verdure.

Vernaccia di San Gimignano Docg 2015 Cappella Sant’Andrea

Nelle colline vicine alla città di San Gimignano, i terreni di Cappella Sant’andrea si presentano sabbiosi e ricchi di
presenza fossile. E’ qui che si raccolgono le uve destinate alla produzione di Vernaccia, raccolte e vinificate secondo la tradizionale fermentazione spontanea. La Vernaccia 2015 si apprezza per la buona beva, il proprio carattere marcato e la discreta persistenza. Toscana, 13%Abbinamento consigliato: Tutti i piatti della tradizione toscana estiva e non cucinati a lungo, aperitivi e pesce.

Vernaccia di San Gimignano Docg 2016 Cesani

Un vino prodotto da una rinomata azienda in una delle zone più vocate del territorio sangimignanese. Freschezza,
profumi fini e un grande equilibrio gustativo sono i tratti distintivi di questa Vernaccia. Toscana, 12,5% Abbinamento consigliato: Antipasti e primi piatti di pesce delicato.

Chardonnay Toscana Igt 2016 Tavoleto di Campotondo

Uno Chardonnay in purezza coltivato nelle colline di Campiglia d’Orcia dai profumi intensi ed eleganti. L’altitudine dei terreni e la permanenza per almeno 5 mesi sulle proprie fecce fini contribuiscono alla persistenza aromatica e alla grande vivacità del bouquet. Persistente e versatile, nonostante l’elevato grado alcolico, attutito dalla grande freschezza e dalla nota minerale. Toscana, 14%. Abbinamento consigliato: Aperitivi e antipasti anche elaborati, piatti a base di verdure, insalate.

Vermentino di Toscana Igt 2014 Il Maestrale

Un vino fresco, di media struttura, dal carattere deciso. Grande mineralità e profumi erbacei per una buona persistenza e grande versatilità di abbinamenti. Piacevole, morbido, con predominanza minerale ma equilibrato.
Toscana, 13% Abbinamento consigliato: Aperitivi, caprese, antipasti estivi, verdure e pesce.

Vernaccia di San Gimignano Riserva Docg Sanice 2014 Cesani

Vernaccia in purezza quella prodotta da Cesani, dal carattere deciso ed elegante. Grande mineralità e profumi erbacei per una buona persistenza e discreta versatilità di abbinamento. Piacevole, morbido, con predominanza minerale ma equilibrato. Toscana 13%. Abbinamento consigliato: Antipasti, primi piatti con sughi leggeri o di verdure, formaggi e salumi freschi e di media stagionatura.

Lucestraia Montescudaio Bianco Doc 2015 Antica Fattoria Sorbaiano

Nelle colline pisane la Fattoria di Sorbaiano produce il Lucestraia con uve Trebbiano e Chardonnay. Il risultato è un vino elegante, robusto, di grande persistenza e buona morbidezza. La complessità lo rende abbinabile anche a piatti di media struttura. Toscana, 13,5% Abbinamento consigliato: Antipasti toscani, primi con sughi bianchi o leggeri, piatti con verdure anche in cottura.

Toscana Bianco Igt 2013 Caiarossa

Un vino prodotto sulle colline di Riparbella su terreni ricchi di calcare e argilla. Un’azienda che lavora le vigne in regime biologico e dalle quale ottiene vini di grande eleganza. Suadente mineralità e fini suggestioni vegetali preludono ad una pienezza di gusto che rendono questo assemblaggio di Viogner-Chardonnay uno dei vini bianchi più interessanti della costa toscana. Toscana, 13,5%Abbinamento consigliato: Antipasti e primi piatti con carni bianche, secondi piatti con pesce elaborati.

Valle d’Aosta

Blanc de Morgex et de La Salle Dop 2016 Maison Vevey Albert

Decisamente un vino di montagna il Priè Blanc dell’azienda Vevey Albert di Morgex. I suoi vigneti sono fra i più alti d’Europa (1000-1200 mt) alle pendici del Monte Bianco. Tutte le viti sono franche di piede e allevate su pergole di pietra o legno. Il Blanc de Morgex et de La Salle ha un’ampia gamma di profumi di grande eleganza, con caratteristiche note di erbe alpine. Buona acidità e mineralità. Valle d’Aosta, 12%Abbinamento consigliato: Aperitivo, carni bianche, formaggi delicati.

Friuli Venezia Giulia

Traminer Aromatico delle Venezie Igt 2016 Toblar Blanc

Un traminer dal territorio della Doc Traminer Isonzo, 100% da uve Traminer Aromatico. Frutta fresca e fiori bianchi al naso, con particolare prevalenza della rosa. Buone morbidezza e acidità ne fanno un vino fresco e piacevole ma anche di una sufficiente struttura e di una buona persistenza.Friuli Venezia Giulia, 12,5%Abbinamento consigliato: Primi piatti con verdure fresche, insalate, pesce, aperitivi con salumi o formaggi leggeri.

Collio Sauvignon Doc 2016 Borgo Savaian

Grande intensità di profumi e persistenza contraddistinguono questo potente Sauvigno friulano. Acidità ed una leggera sapidità sostengono l’alto grado alcolico donando equilibrio e piacevolezza del finale, giocato su un ritorno di frutta bianca e della mineralità. Friuli Venezia Giulia, 14,5%. Abbinamento consigliato: Paste con sughi di verdure, carni bianche, salumi e formaggi di media stagionatura.

Pinot Grigio Venezia Giulia Igt Gris 2014 Toblar

Un pinot friulano dal bouquet appagante e rinfrescante, con frutta bianca e gialla e note minerali. In bocca dimostra una piacevole acidità, con la giusta struttura dovuta anche alla presenza minerale. Friuli Venezia Giulia, 12,5%Abbinamento consigliato: Paste con sughi bianchi leggeri, verdure grigliate, salumi e formaggi poco stagionati.

Liguria

Pigato Riviera Ligure di Ponente Doc 2016 Luca Dallorto

Nel 1857 i bisnonni di Luca Dallorto impiantarono le prime vigne tra Arcagna e Cima Tramontina, nei pressi di Dolceacqua, Imperia. Il Pigato si produce attorno a Montecurto e presenta grande eleganza di profumi (pera e mela ma anche agrumato) ed una superba acidità. Liguria, 14%Abbinamento consigliato:  In assenza di pesce, suo abbinamento ideale, formaggi, aperitivi, piatti con verdure.

Piemonte

Erbaluce di Caluso Docg 2015 Cieck

L’azienda di San Giorgio Canavese utilizza Erbaluce in purezza per la produzione di questo vino bianco, ottenuto con la pressatura delle uve intere che contribuisce a conservarne i profumi. Sensazioni fruttate molto eleganti, freschezza e buona struttura lo rendono adatto ad abbinamenti con antipasti e pesci di ogni genere.Piemonte, 12%Abbinamento consigliato:  Antipasti, pesce, verdure.

Umbria

Colli Martani Grechetto Doc 2015 Plani Arche

100% uve grechetto fermentate a bassa temperatura su colline argillose e calcaree attorno a Cannara, in regime biologico. Piacevoli le note di pesca e di leggera speziatura. Un tocco di tannicità rende il vino robusto e persistente.Umbria, 13,5% Abbinamento consigliato: Carni bianche, primi piatti di verdura.

Marche

Verdicchio di Matelica Doc 2016 Colle Stefano

Tre Bicchieri e Cinque Grappoli per questo Verdicchio prodotto a Castelraimondo in regime biologico. Le uve si raccolgono a mano e rimangono 4 mesi “sur lie”. Fresco, sapido, di buona mineralità e decise note fruttate. Marche, 12% Abbinamento consigliato: Antipasti, primi piatti con verdure, insalate e aperitivi.

Abruzzo

Pecorino Terre di Chieti Igt 2015 Orlando Contucci Ponno

A pochi passi dal mare, nei pressi di Roseto degli Abruzzi, si coltivano le uve Pecorino che danno origine a questo vino di grande mineralità e dal carattere deciso. Le tonalità minerali si accostano ai frutti bianchi e alle fragranze erbacee conferendo buona persistenza aromatica ed equilibrio al vino.Abruzzo, 13,5% Abbinamento consigliato:  Piatti di pesce anche elaborati, verdure, salumi e formaggi di media stagionatura.

Campania

Campi Flegrei Falanghina Doc 2013 Grotta del Sole

La famiglia Martusciello, proprietaria dell’Azienda, è tra le più impegnate nella rivalutazione di questo  storico territorio campano. Terreni ricchi di tufo vulcanico conferiscono a questo vino, prodotto con un vitigno non innestato, mineralità e sentori iodati. In bocca la sapidità determina un corpo pieno e una grande progressione gustativa. Campania, 12,5%Abbinamento consigliato: Primi piatti con pesce e riduzioni di pomodoro.

Fiano di Avellino Docg 2016 Torricino

L’azienda di Stefano Di Marzo, nel comune di Tufo, coltiva nel rispetto della tradizioni i vitigni caratteristici del terroir. Il Fiano riposa almeno cinque mesi in acciaio sulle fecce fini. Al naso ricorda frutta tropicale, mela e pera, agrumati e tocchi di erbe aromatiche. Un bianco di corpo, persistente ma anche delicato. Campania, 13% Abbinamento consigliato: Piatti con verdure, antipasti, formaggi di media stagionatura.

Sicilia

Salina Bianco Igp Malvasia 2015 Caravaglio

L’Azienda Caravaglio pratica agricoltura biologica sull’isola eoliana di Salina. La Malvasia è il vitigno sul quale si incentra la produzione. Il bianco 2015 si presenta molto equilibrato, minerale, con profumi intensi di erbacee e qualche frutto bianco. Persistente e deciso è il giusto accompagnamento per piatti estivi e aperitivi. Sicilia, 12,5% Abbinamento consigliato: Piatti di pesce anche saporiti se non eccessivamente elaborati; pollame; antipasti leggeri.

 

Francia

Sancerre Les Monts Damnes 2010 Pascal Cotat

Una piccola  azienda nel rinomato territorio di Chavignol  dove il Sauvignon è coltivato sulla pregiata marna di Kimmeridge  che conferisce ai vini pienezza e corpo. Pascal Cotat è rinomato per produrre vini di grande spessore e personalità. Sentori di frutti freschi e spezie sono le note olfattive che anticipano una fase gustativa di grande impatto dove la componente alcolica viene bilanciata dalla freschezza e dalla decisa mineralità. Centre, 13% Abbinamento consigliato: Primi e secondi piatti con pesce ed erbe aromatiche.

Svizzera

Valais Petite Arvine 2010 Provins Sion

Il Vallese è la regione vinicola più importante della Svizzera. Provins è la cooperativa di maggior rilievo della valle e produce una serie di vini di grande qualità. Il vino esprime perfettamente i caratteri del territorio uniti alla tipica aromaticità della Petite Arvine. Fiori e frutta matura e una profonda mineralità anticipano un gusto di grande personalità nel quale la forza alcolica risulta perfettamente fusa nella sapidità regalando una lunga persistenza gusto-olfattiva.Vallese, 14% Abbinamento consigliato: Piatti di pesce con spiccati profumi di erbe aromatiche.

Valais Johannisberg 2009 Provins Sion

Con il nome Johannisberg nel Vallese si denomina il vitigno Sylvaner. Il nome ricalca fedelmente il nome del borgo tedesco della Mosella da cui venne importato in Svizzera il vitigno nel sec. XIX. Nel Vallese il Sylvaner si è ambientato talmente bene che è divenuto un simbolo della viticoltura valligiana. Un vino che regala un profilo aromatico ricco di spezie ed erbe che anticipano un corpo di grande pienezza dove emerge una netta  sapidità e una lunga progressione gustativa. Vallese, 14% Abbinamento consigliato: Piatti di pesce elaborato, carni bianche con aromi. E’ considerato uno dei pochi vini che si abbina con successo agli asparagi.

 

Vini Rosati

Toscana Rosato Igt 2016  Oliviera

Un vino semplice, profumato, prodotto da vigne poste a soli 2 chilometri dal Ristorante della Fornace. Rispettoso delle tradizioni, un prodotto genuino e rappresentativo del territorio toscano.Toscana, 13%Abbinamento consigliato: tutti i piatti estivi, leggeri e freschi. Panzanelle, insalate e piatti freddi

Toscana Rosato Igt 2016 Castello di Radda

Un vino fresco, profumato, piacevolissimo, da vigne giovani dell’azienda Castello di Radda. Frutta rossa acerba, frutti di bosco, fiori primaverili. In bocca una giusta sapidità e grande freschezza.Toscana, 12% Abbinamento consigliato: Aperitivi leggeri, primi piatti in bianco delicati, salumi e formaggi freschi.

Vini Rossi

Chianti Classico Docg

Chianti Classico 2015 Oliviera

A due chilometri dal nostro Ristorante Sandro Bandini conduce l’azienda agricola Oliviera, nel pieno rispetto delle tradizioni del Chianti Classico. Un vino con uvaggio per l’80% di Sangiovese, con tagli di altri vitigni a bacca rossa. Fresco, vivace, moderatamente tannico, si presta a pieno per i piatti semplici della cucina toscana.Toscana, 13%Abbinamento consigliato: Taglieri di Salumi e formaggi non molto stagionati, carni rosse alla griglia.

Chianti Classico 2013 Fattoria Aiola

Il territorio di Vagliagli, nel comune di Castelnuovo Berardenga, è caratterizzato dai terreni di matrice argillosa e tufacea e da un clima caldo e secco. L’azienda Aiola, di antiche origini, produce una serie di vini legati strettamente al territorio. L’annata 2009 ha avuto un andamento regolare e il vino prodotto risulta equilibrato e fine. Al naso sono riconoscibili delicate note di ciliegia mentre la fase gustativa risulta caratterizzata da un buon equilibrio tra la componente alcolica e un tannino morbido. Toscana, 13% Abbinamento consigliato: Carni alla brace, pecorini di media stagionatura.

Chianti Classico Querciavalle 2012 Az. Agricola Losi

Un vino che nasce sulle colline argillose di Castelnuovo Berardenga. Il terreno ricco di creta conferisce ai vini prodotti dall’azienda una decisa struttura minerale. Il colore rubino brillante anticipa le note calde di ciliegia matura rivestita da delicate note di spezie dolci. In bocca il vino è caldo e rotondo; una decisa freschezza e la marcata tessitura minerale riportano il vino rapidamente in equilibrio. Il finale è delicatamente segnato dalla trama tannica.Toscana, 13%Abbinamento consigliato: Carni arrosto di media cottura, tagliate e carni bianche.

Chianti Classico Vaggiolata 2012 Monterotondo

Una piccola realtà ubicata nella parte estrema del territorio di Gaiole. Le vigne, lavorate con grande cura e serietà, sono esposte a sud-est; il Sangiovese in questo territorio assume un carattere deciso e schietto. Il profilo olfattivo è connotato dai tipici sentori di visciola  con delle delicate note di spezie. Al gusto il vino risulta di buon corpo con un tannino marcato che trova il suo naturale contrappunto nella frazione alcolica. Toscana, 13,5%Abbinamento consigliato: Primi e secondi piatti con carne non elaborata.

Chianti Classico Poggio Selvale 2012 Castello di Radda

Il territorio di Radda è ben espresso nel vino dell’azienda chiantigiana; il colore rubino luminoso infatti prelude una fase olfattiva fine e delicata dove si riconoscono leggere note di viola e frutti delicati. In bocca il vino è morbido e delineato da una freschezza sorretta da una profonda mineralità. Il finale è decisamente territoriale con una decisa nota amaricante.Toscana, 13,5%Abbinamento consigliato: Primi piatti con legumi e carni di maiale.

Chianti Classico 2012 Rietine

Dal piccolo borgo di Rietine, nei pressi di Gaiole in Chianti, proviene un Chianti Classico tradizionale, a base di Sangiovese con un piccolo taglio di Merlot che gli dona morbidezza e rotondità. L’annata 2012 consente di apprezzare frutti rossi maturi nel bicchiere, donando piacevolezza e rendendolo beverino. Toscana, 13,5% Abbinamento consigliato: Carni alla griglia, antipasti toscani, bruschette e crostini.

Chianti Classico 2013 Fattoria di Corsignano

Un vino prodotto a pochi metri dal ristorante, frutto di una accurata selezione sia delle uve migliori sia di un’attenta  e naturale lavorazione di cantina. L’elegante approccio olfattivo, dove emergono sentori di frutta rossa e spezie, anticipa  una fase gustativa tutta giocata sull’equilibrio tra le componenti acida e tannica. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Secondi piatti di carne, zuppe ed arrosti.

Chianti Classico 2012 Miscianello

Un vino di colore rosso rubino intenso, speziato con profumi di vaniglia e di frutta rossa. Vino di discreta struttura, elegante ed equilibrato. I tannini sono morbidi e piacevoli, contribuiscono ad un finale raffinato e persistente. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Primi piatti con legumi, carni rosse e selvaggina, funghi.

Chainti Classico 2014 Monefioralle

Nella piccola azienda di Montefioralle, poco sopra Greve, il Chianti Classico si produce con almeno 12 mesi di rovere di terzo e quarto passaggio. Ciò dona intensità ed una buona struttura, consentendo di mantenere vive le note di frutta rossa e di bosco. Morbido, rotondo, di grande piacevolezza. Toscana, 14%. Abbinamento consigliato: Il piatti della tradizione toscana più elaborati, dalle carni ai salumi ai formaggi.

 

Chianti Classico Docg Riserva

Chianti Classico Riserva 2014 Oliviera

La Riserva di Oliviera è un vino della tradizione toscana. Rubino intenso ha sentori di frutti rossi ma anche fiori e leggere speziature. Leggermente tannico promette di saper invecchiare mantenendo le promesse giovanili. Toscana, 13,5% Abbinamento consigliato: primi con sughi di carne, arrosti semplici, salumi e formaggi di media stagionatura.

Chianti Classico Riserva Seretina 2012 Monterotondo

Saverio Basagni rappresenta nei pressi di Gaiole in Chianti l’esempio di connubio fra tradizione e continua innovazione. La passione per il proprio lavoro si traduce nell’estrema cura del vigneto e di tutte le fasi della vinificazione. La Riserva di Monterotondo macera in tini autoclavi, estraendone tannino vivo ma non spiacevole e donando note di terziario. Toscana, 13%. Abbinamento consigliato: carni alla griglia, arrosti, selvaggina, formaggi stagionati.

Chianti Classico Riserva 2011 Aiola

Una riserva di grande eleganza con il giusto equilibrio nella sua struttura determinata ma mai opulenta. Tannino intermedio e terziari ben riconoscibili ma non predominanti sui frutti rossi maturi e sbocciature di fiori. Toscana, 13% Abbinamento consigliato: Carni alle griglia, salumi e formaggi anche stagionati, arrosti.

Chianti Classico Riserva 2012 Miscianello

Un Chianti prodotto da un’azienda familiare che coltiva con cura i vigneti di proprietà. Il terreni sono ricchi di scheletro e le vigne sono ben esposte a sud/est. Un colore rubino brillante anticipa un elegantissima fase olfattiva dove i ricordi di fiori e di ciliegia sono ben delineati. In bocca il vino è caldo e strutturato, ben bilanciato per l’apporto di una buona freschezza e per il deciso corredo tannico.Toscana, 13,5%Abbinamento consigliato: Primi piatti con legumi, carni e funghi.

Chianti Classico Riserva 2013 Montefioralle

Sopra Greve in Chianti l’Azienda Montefioralle produce meno di 10mila bottiglie all’anno. Questo consente di seguire con estrema attenzione tutte le fasi della coltivazione e della vinificazione. La Riserva è prodotta con una selezione delle uve dai vigneti più anziani, il vino è fatto riposare per almeno due anni in botti di rovere di terzo e quarto passaggio. Strutturato, profondo, persistente, elegante, rappresenta una fra le migliori espressioni di Riserva di Chianti Classico. Toscana, 14%. Abbinamento consigliato: I piatti della tradizione toscana più elaborati, dalle carni ai salumi e formaggi.

 

Chianti Classico Docg Gran Selezione

Chianti Classico Gran Selezione 2013 Oliviera

La Gran Selezione di Oliviera rispetta il trend del Chianti Classico e della Riserva: tradizione, lavoro ben svolto sul terreno e tanta passione. Il risultato è un vino morbido e avvolgente, dagli intensi profumi di frutti rossi, prugne, con tocchi di confettura. Il tannino ben percettibile risulta già levigato e lascia spazio ad una piacevole e lunga persistenza. Toscana, 13,5%Abbinamento consigliato: Cacciagione, brasato, salumi e formaggi stagionati.

Chianti Classico Gran Selezione Millennium 2009 Losi

Il Cru dell’azienda Losi, a soli 3 km dal Ristorante della Fornace. Un sangiovese da uve raccolte a mano, affinato in rovere. Intensi frutti rossi e delicate speziature per un Chianti di grande intensità e finale molto elegante. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Cacciagione, umidi, salumi e formaggi stagionati.

Chianti Classico Gran Selezione 2012 Fattoria di Corsignano

Dalle vigne confinanti con il Ristorante della Fornace un esempio del nuovo disciplinare Gran Selezione di Chianti Classico. Un sangiovese in purezza da uve raccolte a mano ed accuratamente selezionate. Un anno e mezzo di rovere francese lo rende un vino già pienamente maturo del quale apprezzare i sentori di prugna, ciliegia, caffè e tabacco. Finale elegante, profondo e molto persistente. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Arrosti, umidi, salumi e formaggi stagionati, meditazione.

Chianti Docg

“MOI” Chianti Colli Senesi 2015 Cappella Sant’Andrea

Un Chianti di precisa aderenza territoriale. Il vitigno Sangiovese è riconoscibile sin dal colore rubino intenso e da un impatto olfattivo dove emerge con chiarezza un sentore di ciliegia marasca matura. Il vino risulta strutturato e pieno con la matrice alcolica ben fusa nelle componenti tanniche che risultano nel finale piacevolmente asciuganti. Toscana, 14%. Abbinamento consigliato: Carni rosse alla griglia o arrosto, formaggi.

Anno Domini ‘345 Chianti Colli Senesi 2013 Montechiaro

Un Chianti fine ed elegante, che armonizza la base Sangiovese con un delicato affinamento in legno. Di media struttura, profumi tenui di frutti di bosco e ciliegie mature, è piuttosto persistente e di piacevole finale. Toscana, 13,5%. Abbinamento consigliato: tagliata di manzo, antipasti toscani.

Chianti Riserva Docg Collezione Oro 2014 Piccini

Sangiovese 90% con aggiunta di Vabernet che contribuisce alla morbidezza del vino assemblato da Antonella Conti. Due terzi si conservano per 9 mesi in botti di rovere, un terzo in barrique per lo stesso numero di giorni. Il risultato è un Chianti di grande intensità, giocato su note fruttate e terziari dolci. Elegante e di ottima persistenza. Toscana, 13,5%. Abbinamento consigliato: carni grigliate, antipasti toscani di salumi e formaggi, anche stagionati.

IGT Toscana

Conviviale 2014 Miscianello

I migliori grappoli della vigna “di Beppe”, raccolti a mano, producono questo vino della tradizione toscana, con base Sangiovese e contributi di altri vitigni autoctoni. Beverino, piacevolmente profumato e fruttato, si presenta come un vino a tutto pasto. Toscana, 13% Abbinamento consigliato: ogni piatto toscano di preparazione non troppo elaborata, salumi e formaggi, sughi rossi di carne.

Antico Pozzo 2012 Bagnaia

A San Quirico d’Orcia l’agriturismo Bagnaia coltiva alcuni vigneti di Petit Verdot le cui uve confluiscono per il 50% in questo Igt dalla buona struttura e dalla ricchezza dei profumi. Il 50% di Sangiovese dona una nota tannica ed equilibrio generale al vino. Toscana, 13,5%. Abbinamento consigliato: piatti semplici della tradizione toscana, zuppe, carni alla griglia, salumi e formaggi.

Il Fattore 2013 Bagnaia

La versione in purezza del Petit Verdot di Bagnaia. Intensità al naso, buona struttura, rotondità e morbidezza lo rendono un vino di grande piacevolezza, pur nelle caratteristiche tipiche del vitigno sperimentato nell’area a sud di Siena. Toscana, 13,5%. Abbinamento consigliato: arrosti, spezzatini, formaggi di media stagionatura.

Asso 2014 Molino di Sant’Antimo

90% di Sangiovese prodotto nel Comune di Montalcino con l’aggiunta di Canaiolo rendono questo vino particolarmente versatile per l’abbinamento su molti piatti toscani. La breve permanenze in legno gli dona dei piacevoli terziari ma senza lasciare eccessiva impronta tannica. Morbido, avvolgente, ha discreta persistenza.Toscana, 13,5%Abbinamento consigliato: Piatti della tradizione toscana che non abbiano cotture eccessivamente lunghe.

 

Rosso Toscana  Tharcun Us 2008 La Selva

Un vino a base di Cabernet Sauvignon (80%) con Petit Verdot e Sangiovese prodotto a Trequanda dall’azienda Pometti. Rubino intenso ricorda la frutta rossa, il glicine e leggere speziature. Piacevole terziario da affinamento in legni. Toscana, 13% Abbinamento consigliato: Carni arrosto, grigliate, selvaggina ed antipasti toscani di salumi e formaggi.

Perpaolo Rosso Toscana 2013 Molino di Sant’Antimo

Un Cabernet Sauvignon in purezza coltivato nel territorio di Montalcino, in grado di dimostrare come il terroir di origine possa offrire grandi vini oltre i più blasonati. Grande intensità aromatica e complessità per un vino capace di invecchiare mantenendo e migliorando le proprie caratteristiche organolettiche. Profondo, appagante ma allo stesso tempo capace di essere versatile e di buona beva nonostante il grado alcolico. Toscana, 14,5% Abbinamento consigliato: Piatti di lunga cottura, salumi e formaggi stagionati, pasticceria secca.

Collerosso 2012 Castello Poggiarello

Una coltivazione insolita nel territorio senese eppure dai risultati stupefacenti quella messa in pratica da Castello Poggiarello nel territorio di Sovicille. Collerosso è un blend di Cabernet Franc e Merlot di grande corpo e di pronunciata intensità. Frutti molto maturi accompagnano speziature, note balsamiche e tocchi di elegante terziario. Toscana, 14,5% Abbinamento consigliato: Arrosti, brasati, cacciagione, umidi, dolci al cioccolato e frutta secca.

Montechiaro 2009 Castello Poggiarello

La versione del Cabernet Franc in purezza di Castello Poggiarello. Un vino di grande corpo ed intensità aromatica, persistenza e ricchezza di buquet. Forti speziature, amarene, note balsamiche e terziari si offrono al naso con richiami al tabacco, al cuoio, al pepe nero. Toscana, 13,5% Abbinamento consigliato: Umidi, arrosti, selvaggina, meditazione.

Primum Vinum 2010 Montechiaro

Un’ottima interpretazione del Sangiovese, dalla selezione delle vigne di Montechiaro con almeno 15 anni di età. Un 10% delle uve è fatto appassire in piccoli contenitori e, vinificato a parte, viene assembalto dopo 24 mesi di affinamento in tonneaux di rovere francese. Presenta spiccati aromi di frutta rossa molto matura, tabacco, liquerizia ma anche cioccolato fondente. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Carni alla griglia, cacciagione, formaggi stagionati ed erborinati.

Faber 2009 Miscianello

L’interpretazione austera del sangiovese chiantigiano; un vino complesso e ricco che regala antiche emozioni. Alla vista si presenta di un bel rosso rubino con delicate sfumature granata. Il naso è ricco di delicate ed eleganti note di spezie e frutti rossi sotto spirito. L’apparato gustativo è tutto giocato sull’equilibrio tra le sensazioni morbide, legate all’alcol e al frutto, e il tannino che nel finale lascia la bocca pulita e ricca di ricordi olfattivi. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Secondi piatti di carni nobili.

Montepulciano

Rosso di Montepulciano Doc 2014 Tenute del Cerro

Un vino giovane e fresco che interpreta al meglio i sangiovese di Montepulciano non sottoposti a lunghi affinamenti. Profumato, dal tannino percepibile ma gradevole. Molto versatile e di buona beva, è un vino che si presta ai menu toscani non troppo elaborati. Toscana, 12,5% Abbinamento consigliato: Cucina semplice toscana, formaggi e salumi, verdure cotte.

Vino Nobile di Montepulciano Docg 2013 Tenute del Cerro

Il Nobile della Fattoria del Cerro, nella zona di Acquaviva, produce un vino sincero, nella tradizione del disciplinare. Di colore rosso rubino non troppo intenso, tradisce la giovane età ma al naso ed in bocca si presenta già pronto, con i suoi profumi profondi ed il tannino evidente ma fine. Toscana, 13,5% Abbinamento consigliato: Carni rosse o bianche di lunga cottura, arrosti, formaggi e salumi stagionati.

Vino Nobile di Montepulciano Docg 2014 Casale Daviddi

Daviddi è un nome storico per il territorio di Montepulciano. Grande serietà nella conduzione del vigneto e minimi interventi in cantina. Il frutto di questo lavoro è un vino che offre un bagaglio aromatico fine ed elegante nel quale prevalgono delicate note di viola e frutta rossa matura. All’approccio gustativo il vino rivela tutta la sua grazia con un tannino levigato ed equilibrato da un adeguata forza alcolica. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Primi piatti con carni  elaborate anche con funghi, arrosti.

Vino Nobile di Montepulciano Docg Riserva 2011 Le Berne

Un azienda di piccole dimensioni ma che produce grandi bottiglie. Il territorio di Montepulciano è interpretato fedelmente dalla proprietà che da vita a vini eleganti e ricchi di personalità. Alla vista il vino colpisce per  la vivacità del rosso rubino che precede un naso fine ed intenso con netti richiami di frutti rossi e spezie. In bocca il vino gioca su un riuscito equilibrio tra freschezza,tannino e componente alcolica.Toscana, 15% Abbinamento consigliato: Formaggi stagionati, risotti con formaggio e tartufo.

Vino Nobile di Montepulciano Docg 2013 Antica Chiusina Tenute del Cerro

Il gran Cru delle Tenute del Cerro, la versione più calda e sontuosa del Nobile. Rubino intenso, il bouquet si presenta subito di promettente complessità. Nonostante sia un vino giovane necessità di qualche minuto per aprirsi. I frutti rossi si mescolano ai terziari in un insieme armonioso ed elegante. Un vino da sorseggiare senza fretta e scoprire passo passo. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Formaggi secchi, primi piatti con sughi elaborati, arrosti ed umidi, meditazione.

Montalcino

Rosso di Montalcino Doc 2014 Tenute del Cerro

Un Rosso che si avvicina, per impatto olfattivo e calore a molti Brunelli. Ne condivide i profumi profondi di frutti a bacche rosse, e fiori pure rossi, ma anche una delicata speziatura che promette un buon invecchiamento. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: E’ lo sposo delle carni alla griglia, ma si accosta bene ad antipasti toscani e taglieri di formaggi non eccessivamente stagionati.

Brunello di Montalcino Docg 2009 Tenuta Sasso di Sole

Le vigne di questa giovane e dinamica azienda si trovano nei terreni caldi e ricchi di argilla del territorio di Torrenieri. Il vino che ne risulta è il frutto del lavoro accurato della proprietà ed esprime coerentemente il terroir di provenienza. Un colore rosso rubino con sfumature granata anticipa una fase olfattiva intensa e persistente dove frutti rossi e spezie dolci regalano ricche suggestioni territoriali. In bocca il vino dimostra un corpo pieno e strutturato con un tannino ben delineato perfettamente amalgamato alla componente morbida.  Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Secondi piatti con carni e funghi.

Brunello di Montalcino Docg Poggio Cerrino 2012 Tiezzi

Il territorio montalcinese trova il suo picco naturale nella collina della Madonna del Soccorso. L’azienda, di piccole dimensioni, lavora le pregiate uve di sangiovese grosso con estrema cura ed il vino che ne risulta regala antiche  emozioni. Un colore rosso granato prelude alle sensazioni eteree  impreziosite dalle  tipiche note di ciliegia. La fase gustativa risulta di grande equilibrio con un finale decisamente sapido. Toscana, 14% Abbinamento consigliato: Arrosti e cacciagione.

 

Maremma Toscana

Morellino di Scansano Docg Lorneta 2014 Villa Patrizia

Il Sangiovese coltivato in Maremma dà vita ad un vino profondo, avvolgente, dalle note di frutta e fiori rossi. Il Morellino 2014 è fresco, ancora connotato dai caratteri giovanili, ma al tempo stesso appagante e piacevole al palato. Media lunghezza, tannino morbido e buona beva. Toscana, 13,5% Abbinamento consigliato: Carni alla griglia, antipasti toscani, primi con sughi non eccessivamente elaborati.

Montecucco Rosso Doc Riserva Orto di Boccio 2009 Villa Patrizia

Nell’azienda di Roccalbegna, Villa Patrizia non produce solo Morellino. Il Montecucco Rosso Doc è un vino di notevole struttura, intenso, profondo, dal buquet ricco ed appagante. Un affinamento di due anni in rovere francese lascia al vino un terziario ben percettibile ma che non altera la natura del sangiovese maremmano, qui unito in un blend con merlot e cabernet. Toscana, 14,5% Abbinamento consigliato: Primi piatti con sughi elaborati, carni in umido e stracotti, selvaggina, cioccolato.

 

Altra Toscana

Orcia Doc La Fonte 2012 Bagnaia

L’Orcia Doc dell’agriturismo Bagnaia utilizza il 70% di Sangiovese con il restante Merlot che dona morbidezza a questo vino di buona intensità e discreta persistenza. Aromi di frutta rossa matura, viole e frutti di bosco si accavallano ad una speziatura leggera ed elegante. Toscana, 14%. Abbinamento consigliato: carni alla griglia e primi con sughi non eccessivamente elaborati.

“106” Orcia Rosso 2010 Pometti

Il vino interpreta il territorio delle crete senesi con grande coerenza. Le uve utilizzate, Sangiovese e Merlot,  regalano note fruttate e morbide che richiamano il paesaggio aspro e caldo delle crete.  Il vino veste il bicchiere di un rosso rubino netto e luminoso, la fase olfattiva si caratterizza con note seducenti di frutti rossi maturi e fiori rosa  intrisi di dolci speziature. La bocca è calda, il vino risulta di buon corpo  con una inaspettata vena fresca che rende la beva irresistibile. Toscana, 13% Abbinamenti consigliati: Carni alla griglia e pecorini semistagionati.

Orcia Rosso Doc 2013 Banditone di Campotondo

90& Sangiovese, coadiuvato da Merlot e Colorino in questo efficace esempio di saper far vino in Val d’Orcia. Da vigneto coltivato ad alberello si ricava questo vino profondo, con note di speziature ed un tocco di mineralità. Un anno in botti di rovere francese e di Slavonia danno inizio ad un affinamento che si completa con almeno 6 mesi di bottiglia. Toscana, 14,5%. Abbinamento consigliato: carni in umido, spezzatino, sughi elaborati e formaggi semistagionati.

Montescudaio Rosso Doc 2015 Antica Fattoria Sorbaiano

Nei pressi di Montecatini Val di Cecina la Fattoria di Sorbaiano si estende fra il mare e le balze di Volterra. Il Montescudaio proposto è per 50% Sangiovese, 30% Merlot e 20% Syrah. E’ fresco ed intenso, basato sui sentori di frutta rossa con tocchi balsamici e leggere speziature. Il 2015 ha discreto corpo ed esprime buon potenziale di armonia e morbidezza. Piuttosto persistente e di buona versatilità. Toscana, 14,5% Abbinamento consigliato: Arrosti, carni alla griglia, primi con sughi di media cottura.

Carmignano Docg Riserva 2011 Le Farnete

Sul versante est del Montalbano, nel territorio di Capraia e Limite, si sviluppa l’azienda Le Farnete. La Riserva di Carmignano è un blend di Sangiovese e Cabernet Sauvignon fatte fermentare singolarmente in acciaio e a seguire maturati per 12 mesi in rovere dopo l’assemblaggio. E’ un vino generoso, di carattere, di grande finezza ed equilibrio. Toscana, 13,5% Abbinamento consigliato: Arrosti, carni alla griglia, primi con sughi di media e lunga cottura, formaggi di media stagionatura.

Bolgheri Rosso Superiore Doc 2012 Donne Fittipaldi

Dal 1992 l’azienda agricola Fittipaldi coltiva i propri vigneti attorno al Casale Pineta, nella tradizione del territorio locale e con l’obiettivo di esaltare la produzione bolgherese. Il Bolgheri Superiore 2012 è un blend di Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Petit Verdot. Grande finezza ed eleganza si percepiscono già dai profumi intensi e dal colore rubino scuro. Note floreali, frutti rossi, speziature leggere e note balsamiche si fondono con grande equilibrio e donano un finale lungo, piacevole e persistente. Toscana, 14,5% Abbinamento consigliato: Arrosti, umidi, formaggi stagionati, dolci al cioccolato fondente e meditazione.

Trentino Alto Adige

Cabernet Sauvigno Doc Riserva 2013 Girlan

Le uve di questa Riserva provengono dalla zona di Cornaiano, sulle colline dell’Oltradige, fra i 450 ed i 500 metri di altitudine. Si vendemmia a mano e si affina in rovere piccolo e grande per almeno 18 mesi. Naso ricco di note fruttate, erbe e delicate speziature. Trentino Alto Adige, 13%. Abbinamento consigliato: carni rosse e selvaggina, formaggi di media stagionatura, salumi.

Pinot Nero Doc Pigeno 2009 Az.Agricola Stroblhof

I vini prodotti con il vitigno Pinot nero trovano in Italia gli areali migliori di coltivazione in Alto Adige ed in particolare in alcune limitate aree dove, il terreno e un  particolare microclima contribuiscono ad esaltare quelle caratteristiche inconfondibili che hanno reso famoso in tutto il mondo i vini prodotti con questo vitigno. Il colore si presenta con una veste delicata di rubino ed al naso si avvertono le tipiche note di bacche rosse impreziosite da leggere sfumature di spezie. Eleganza e facilità di beva  sono i tratti distintivi della fase gustativa. Trentino Alto Adige, 14% Abbinamento consigliato: Carni  con salse e verdure.

Veneto

Amarone della Valpolicella Docg 2013/2014 Cadis

L’intreccio di frutti rossi maturi e note speziate caratterizza l’Amarone della Cantina di Soava, oggi una realtà di oltre 2200 famiglie del territorio. Ciononostante la tradizione è severamente osservata, con l’unione di uve Corvina, Rondinella e Molinara appassite qualche mese e poi passate in botti di rovere. Veneto, 14,5% Abbinamento consigliato: Carni di lunga cottura e alla griglia. Selvaggina, formaggi stagionati.

 

Friuli Venezia Giulia

Cabernet Franc Friuli Isonzo Doc 2015 Borgo Savian

La famiglia Bastiani coltiva 11 ettari di terreno sulle pendici del monte Quarin, nei pressi di Cormons. Il Cabernet Franc in purezza esprime struttura, intensità di profumi, una base di mineralità ed una gradevole e durevole persistenza.Friuli Venezia Giulia, 13,5% Abbinamento consigliato: Carni di lunga cottura, arrosti, formaggi stagionati.

Liguria

Rossese di Dolceacqua Doc 2016 Maccario Dringenberg

Da uve prodotte fra la Val di Nervia e la Val Verbone si produce questo Rossese coltivato ad alberello provenzale. Dringenberg è una cantina piccola ma è presto divenuta il punto di riferimento per la produzione ligure. Si coltiva su terrazzamenti nella zona di San Biagio della Cima, in provincia di Imperia. Tanti fiori al naso ed una eccellente freschezza. Liguria, 13,5%. Abbinamento consigliato: carni rosse, formaggi stagionati.

Umbria

Montefalco Rosso Doc 2013 Antonelli

Il Montefalco di Antonelli viene prodotto sin dal 1979. 70% Sangiovese, 15% Sagrantino e 15% Montepulciano assemblati da raccolta manuale e vinificazione separata. Vino intenso e fruttato, di discreta struttura e buon equilibrio. Fresco e ancora piacevolmente tannico. Umbria, 13,5%. Abbinamento consigliato: primi piatti con sughi di carne, carni alla griglia, salumi e formaggi di media stagionatura.

Marche

Lacrima di Morro d’Alba Doc 2015 Vicari

Da uve in purezza da raccolta tardiva a mano, la Lacrima di Vicari ha profumi intensi e fini. E’ morbido, di buon corpo e una giusta sapidità. Marche, 14% Abbinamento consigliato: Arrosti, carni bianche al forno, primi piatti di media struttura.

Rosso Conero Doc 2014 Fattoria Le Terrazze

L’azienda guidata da Antonio Terni, appartenuta alla famiglia sin dal 1882, sorge a meno di 2 km dal mare, nella zona di Numana. Il Rosso Conero è vinificato con Montepulciano in purezza e sosta in botte dai 12 ai 15 mesi. I profumi giocano sui frutti di bosco e i fiori rossi. E’ morbido ed intenso con finale appagante. Marche, 13% Abbinamento consigliato: Carni alla griglia, selvaggina, salumi e formaggi stagionati.

Abruzzo

 

Molise

Tintilia del Molise Dop 2013 Catabbo

La Tintilia è un vitigno autoctono del Molise e negli ultimi anni è stato, fortunatamente, valorizzato dai alcuni lungimiranti  produttori molisani. La famiglia Catabbo conduce  i vigneti con grande passione e produce vini che si distinguono per l’immediata franchezza di beva. Il vino colpisce la vista per l’intenso rosso porpora, fitto nella trama  e quasi denso. Al naso si riconoscono nette sensazioni di fragola matura e soffuse note di fiori.In bocca il vino dimostra grande corpo e offre buone  sensazioni di pienezza date dalla frazione alcolica e dalla densità della materia. Nel finale di bocca l’aroma di frutta rossa matura e dolce ritorna con grande coerenza. Molise, 14,5% Abbinamento consigliato: Arrosti con verdure ed erbe aromatiche.

 

Puglia

Primitivo di Mandura Dop Sonetto 2008 Produttori Vini Manduria

Il primitivo in purezza del Consorzio pugliese, prodotto con metodi tradizionali ed in grado di esprimere al meglio il territorio salentino. I profumi giocano sull’equilibrio di frutti rossi e speziature dolci, rendendo il vino morbido, caldo, persistente.Puglia, 14,5% Abbinamento consigliato: Selvaggina, arrosti, umidi.

 

Sicilia

Valle Galfina Etna Rosso Doc 2014 Scilio

A Linguaglossa, sul versante nord-orientale dell’Etna, si produce questo Etna Rosso da Nerello Mascalese in purezza. La famiglia Scilio da cinque generazioni cerca di offrire il meglio del terroir, su base vulcanica e con vitigni rigorosamente autoctoni. Con profumi di frutta matura e leggere speziature, sa coniugare eleganza e leggerezza. Sicilia, 14% Abbinamento consigliato: Carni di lunga cottura, formaggi stagionati.

Cerasuolo di Vittoria Docg 2015 Manenti

In provincia di Ragusa l’azienda di Manenti, nata nel 2006, coltiva le viti con impianto ad alberello e nel rispetto della tradizione locale. Il suo Cerasuolo si compone per il 60% di Nero d’Avola ed il 40% di Frappato. Il risultato è un vino intenso, giustamente tannico, leggermente tannico, giocato fra toni fruttati e minerali. Sicilia, 14,5% Abbinamento consigliato: Molto versatile, si sposa a carni bianche, arrosto, formaggio leggero.

Spagna

Murviedro 2008 Cueva de la Culpa

Un connubio di frutta matura e rovere francese per aromi di spezie, frutti a bacca rossa, cioccolato e caramello. Un vino corposo, elegante, morbido con tannini maturi e finale lungo composto da Bobal (60%) e Merlot (40%).Valencia, 14% Abbinamento consigliato: Selvaggina, umidi, formaggi anche stagionati.

El Castro de Valtuille 2008 Bierzo Raul Perez

Da uve Mencia in purezza un vino di grande profumo e colore intenso. Armonico, equilibrato con note balsamiche e minerali. Straordinario in bocca, una superba interpretazione della denominazione Bierzo, che ci ricorda tratti tipici della Borgogna. Castilla y Leon, 14% Abbinamento consigliato: Carni bianche da penna, brasati in bianco, formaggi si media stagionatura.

Propriedad Rioja 2008 Palacios Remondo

Dalla zona del Rioja un vino che esprime tutto il calore dell’ambiente di coltivazione delle uve Tempranillo e Granacia. Amarena, cedro, cuoio, bacche rosse caratterizzano questo vino rotondo, vellutato, con finale lungo. Andalusia, 14,5% Abbinamento consigliato: Primi piatti con cinghiale e lepre, arrosti e pasticceria secca.

Francia

Chateau de Chamirey 2008 Clos de Roi

Un vino che rappresenta a pieno la tradizione della Borgogna con vendemmia a mano e maturazione in rovere per 12-18 mesi in barriques al 40% di primo passaggio. Si presenta di colore rosso rubino, al naso aromi floreali e frutti neri come mora e mirtillo. I tannini sono eleganti e regalano al vino grande equilibrio, finezza ed eleganza. Borgogna, 13% Abbinamento consigliato: Antipasti di media struttura, Primi piatti in bianco, carni alla griglia.

Chateau Batailley Grand Crù Classè 2008 Pauillac

Situata a sud di Pauillac, Chateau Batailley è una delle più antiche aziende del Mèdoc. Le viti giacciono su un altopiano ghiaioso che discende verso la Gironda. Il Grand Crù 2008 è un vino maturo, ben strutturato, elegante con una piacevole complessità. Un vino che rappresenta un’eccellenza nel suo settore di produzione. Aquitania, 13% Abbinamento consigliato: Selvaggine, umidi, pasticceria secca e formaggi stagionati.

 

Vini Dolci

Toscana

Vin Santo di Montepulciano Doc 2008 Poggio alla Sala

Il vin santo di Montepulciano è considerato nella tipologia dei vini passiti toscani un esempio di vino legato alla tradizione che propone una valida interpretazione del territorio di appartenenza. Il vin santo della famiglia Gattavecchi riposa in affinamento cinque anni in caratelli sigillati a contatto con la “madre”. Il vino risulta giallo ambrato con un profumo fine ed elegante nel quale emergono sentori di uva passita e candita. La bocca è calda in piacevole equilibrio con un finale decisamente persistente. Toscana,16% Abbinamento consigliato: Dolci secchi, formaggi erborinati.

Vin Santo di Montepulciano Doc 2003 Crociani

Le cantine, situate nel centro storico di Montepulciano, dove si affinano i vini della Azienda Crociani, sono uno straordinario esempio di architettura  legata da centinaia d’anni alla produzione di vino. Il vino riposa ben otto anni in affinamento ed è composto prevalentemente da Malvasia toscana con un piccolo apporto di Grechetto bianco. Un giallo ambrato intenso prelude ad una fase olfattiva complessa  nella quale sono evidenti le note di frutta gialla candita su un sottofondo di sensazioni eteree. In bocca il vino è strutturato, caldo e piacevolmente equilibrato. Toscana, 16,5% Abbinamento consigliato: Frutta cotta con spezie.

Vin Santo di Montepulciano Doc Il Caratello 2005 Casale Daviddi

Il Vin Santo di casa Daviddi rispecchia fedelmente l’interpretazione del territorio che la proprietà esprime in tutti i loro vini: prodotti curati in tutte le singole fasi e con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Il Vin  Santo, ottenuto da un blend di malvasia, trebbiano e grechetto, affina almeno tre anni in piccoli caratelli. Si presenta con un intenso giallo ambrato che prelude ad una fase olfattiva dove emergono distintamente note di frutta secca e delicate sensazioni eteree. In bocca il  vino risulta pieno e robusto, morbido con un finale di grande piacevolezza dove riemergono ,nettamente, le delicate  note fruttate. Toscana, 14,5% Abbinamento consigliato: Dolci della tradizione toscana, pecorini di fossa.

Veneto

Vin Santo di Gambellara Dop 2006 Virgilio Vignato

Il vin santo in versione veronese prodotto con il versatile vitigno garganega. Virgilio Vignato appassisce le uve per alcuni mesi nei caratteristici picai; dopo l’ammostamento il vino fermenta e si affina con le tecniche antiche a contatto con l’ossigeno in locali caldi d’estati e freddi d’inverno. Il vino risulta giallo ambrato, con intense note di frutta secca con  una bocca ricca e piacevolmente equilibrata. Veneto, 15% Abbinamento consigliato: Torte secche con marmellata candita.

Piemonte

Erbaluce di Caluso Doc Passito 2005 Favaro-Le Chiusure

L’erbaluce è un vitigno antico del territorio del Nord del Piemonte. Può essere vinificato sia secco che nella versione dolce per la sua estrema  duttilità. La versione dolce dell’azienda di Camillo Favaro è un vino che regala grandi suggestioni. Ad un colore caldo e dorato fanno eco profumi di mela cotta al forno e spezie. La bocca è ben bilanciata nelle note morbide della frazione alcolica con una rinfrescante acidità. Piemonte, 14,5% Abbinamento consigliato: Dolci con frutta cotta e aromatizzata con spezie.

 

Sicilia

Moscato Terre Siciliane Igp Feudo Bagno Inca

Un vino dolce molto profumato ed aromatico. In bocca trasmette tutta la dolcezza delle uve mature con ricordi di albicocca e di pesca in confettura.Sicilia, 16% Abbinamento consigliato: Pasticceria secca e formaggi molto stagionati.

Passito di Pantelleria Doc 2007 Solidea

Lo zibibbo, termine con il quale viene chiamato il moscato di Alessandria, sull’isola pantesca, regala vini che condensano il sole e i profumi del Mediterraneo. La piccola azienda di Giacomo D’Ancona produce un vino passito di grande coerenza con il territorio. Alla veste ambrata e calda fanno da contrappunto profumi intensi di albicocca candita e carruba. Con coerenza la vena aromatica si ripropone in bocca avvolta da una vena dolce ben sorretta da una fresca acidità. Sicilia, 14,5% Abbinamento consigliato: Dolci secchi, frutta candita con ricopertura di cioccolato al latte.

Passito Terre Siciliane Igp 2012 Cantine Colosi

A Giammoro, in provincia di Messina, si produce questo vino passito da uve Moscato appassite sulla pianta. Delicato, con aromi di frutta secca e miele, moderatamente alcolico e di buona freschezza. Un vino dolce di grande finezza.Sicilia, 13% Abbinamento consigliato: Dolci secchi, formaggi di media stagionatura.

Malvasia delle Lipari Doc 2012 Hauner

In vacanza a Salina negli anni ’60, Carlo Hauner decide di trasferirsi sull’isola delle Eolie ed iniziare a produrre vini., recuperando vigneti abbandonati da emigranti locali. La Malvasia delle Lipari rappresenta il 95% delle uve, unite al Corinto nero in questo celebre vino dolce luminoso e di grande equilibrio. Sicilia, 12,5%Abbinamento consigliato: dolci al cucchiaio, erborinati leggeri e poco piccanti.

Marsala Superiore Doc Semisecco Ambra Donna Franca Riserva Florio

Il vino speciale per eccellenza italiano che dopo anni di oblio ha saputo riscattarsi proponendosi sul mercato mondiale come uno tra i vini più complessi ed affascinanti.Il Marsala di Florio ,qui proposto in versione superiore, è un baluardo della tipologia; affina 15 anni nelle storiche cantine di Marsala e si propone con un intrigante colore ambra scuro. Il ventaglio olfattivo è di straordinaria complessità con note intense di caramello, datteri e albicocche secche. Al gusto è caldo ,avvolgente con un finale di grande persistenza. Sicilia, 19% Abbinamento consigliato: Caprini erborinati e stagionati, dolci secchi.

Francia

Alsace Riesling  Grand Cru  Kessler V.T 2004 Dirler-Cadè

L’azienda, di piccole  dimensioni, coltiva  i grandi vitigni alsaziani nelle zone più vocate nei comuni di Bergholtz e Guebwiller. La versione del riesling dolce deriva dalle uve dello storico vigneto Kessler. Una veste giallo dorata prelude ad un’intensa fase olfattiva dove dominano i sentori di agrumi canditi e leggere speziature. La fase gustativa è tutta giocata tra l’equilibrio delle parti dolci e morbide e la decisa freschezza sorretta da un’adeguata mineralità. Alsazia, 13% Abbinamento consigliato: Formaggi erborinati e stagionati, dolci leggeri con agrumi.

Sauternes Aoc 2015 Chateau Violet-Lamothe

Un Sauternes che gioca sui profumi di acacia ed agrumi, passato in legno, di buona raffinatezza e persistenza. Notevole finezza ed equilibrio che non lo rendono mai stucchevole, pur nella sua dolcezza. Nuova Acquitania, 13% Abbinamento consigliato: Formaggi erborinati e stagionati, patè di fegato, dolci leggeri con agrumi.

 

Portogallo

Porto Reserva Torga Roseira e Ricou

Un Porto prodotto da una piccola azienda che produce il vino simbolo del Portogallo in bottiglie numerate con grande attenzione alla qualità. Il vino è prodotto  con le uve rinomate della valle del Douro, Touriga e Tinta, in impianti di ottanta anni circa; viene fortificato con Brandy e affinato in botti di rovere. Un colore granato intenso prepara il naso ad un ventaglio di sensazioni olfattive nelle quali si distinguono le spezie e la  frutta  a bacca rossa sotto spirito. In bocca il vino è robusto, avvolgente grazie alla componente alcolica che trova il suo naturale bilanciamento nella componente tannica che risulta ben fusa e morbida. Oporto,16% Abbinamento consigliato: Dolci con cioccolato.